Ipopressiva

Ginnastica ipopressiva


Che cos’è?

La ginnastica ipopressiva è un insieme di esercizi ideati per migliorare il tono dei muscoli addominali e pelvici. La caratteristica che distingue questi esercizi è quella di non aumentare la pressione interna. Scopri di più su: CHE COS’E’ LA GINNASTICA IPOPRESSIVA


Che tipo di ginnastica è?

Si tratta di una ginnastica in cui si praticano posture specifiche associate ad una respirazione ritmata. Oltre ad allenare gli addominali infatti si riequilibra anche la postura e restituisce effetti benefici a tutto il corpo. Scoprili tutti qui: BENEFICI


Quando si può fare?

Gli esercizi ipopressivi sono indicati in tutti i casi in cui c’è un’ipotonia dei muscoli addominali e pelvici, soprattutto sono stati studiati per la riabilitazione nel post-parto. Guarda le indicazioni principali : INDICAZIONI


Posso farla se ho la diastasi?

Si. Con gli esercizi ipopressivi non aumenta la pressione addominale quindi non c’è rischio che aumenti la diastasi. Inoltre migliorano la funzione di contenimento e favoriscono il riavvicinamento dei muscoli retti. Scopri di più sugli esercizi per la diastasi a questo link: ESERCIZI PER LA DIASTASI


Posso farla se ho problemi al pavimento pelvico?

Si. Gli esercizi ipopressivi favoriscono il riposizionamento degli organi pelvici e stimolano la risposta dei muscoli pelvici. Approfondisci il tema leggendo: ESERCIZI PER IL PAVIMENTO PELVICO


Posso farla in gravidanza?

No. Puoi iniziare un percorso di ginnastica ipopressiva dopo 6 settimane dal parto. In ogni caso consulta uno specialista del metodo che valuterà la tua idoneità prima di iniziare. Contattami


Ci sono controindicazioni?

La pratica della ginnastica ipopressiva è controindicata in alcune situazioni che puoi verificare a questo link: CONTROINDICAZIONI


Come si fanno gli esercizi ipopressivi?

Si tratta di una tecnica particolare che va appresa con la guida di un professionista certificato nel metodo ipopressivo, soprattutto nella fase iniziale. Puoi trovare supporto qui: CORSI

La risposta alle tue domande sugli esercizi addominali

Perchè gli esercizi addominali classici sono pericolosi?

Quando si esegue un esercizio addominale classico, avvicinando le spalle al bacino o sollevando le gambe (sforbiciate o pedalate) verso il tronco, si lavora principalmente con i muscoli retti addominali. Durante questi esercizi si produce un aumento della curva lombare e della pressione addominale che genera una spinta della pancia verso l’esterno e verso il basso. In questo modo il risultato non sarà la tanto desiderata pancia piatta ma un addome prominente quando rilassato e il rischio di incontinenza e/o prolasso. La pratica di questo tipo di esercizi aumenta il rischio di ernia inguinale e addominale. La compressione dei dischi intervertebrali aumenta inoltre il rischio di ernia discale, lombalgia, sciatica.

Perchè nonostante faccio tanti esercizi addominali ho la pancia?

Quando siamo rilassati, e non contraiamo nessun muscolo, il tono muscolare di base ci permette di assumere determinate posizioni o svolgere determinate funzioni senza che noi pensiamo di farlo. Questo avviene perchè i muscoli addominali e pelvici svolgono la loro funzione di contenimento degli organi interni in modo involontario.
Esercizi addominali che provocano aumenti di pressione però possono sprogrammare le fibre muscolari involontarie e fare perdere la loro funzione. Durante una flessione del busto, per esempio, le fibre muscolari involontarie si disconnettono per permettere agli organi interni di trovare il lo spazio lateralmente o verso il basso. Esercizi di questo tipo, ripetuti nel tempo, inibiscono la muscolatura involontaria e diminuiscono il tono di base. La persona che si trova rilassata noterà l’addome più prominente, vedrà più pancia,  sentirà un peso sul pavimento pelvico che, non potendo sostenere gli organi interni, perderà il controllo delle sue funzioni.


INFORMAZIONI AGGIUNTIVE

Se queste informazioni sulla ginnastica ipopressiva non hanno risposto a tutte le tue domante e hai altre curiosità, allora scrivimi. Trovi tutti i miei riferimenti qui: https://www.ptstudiodonna.it/