ADDOMINALI

Meglio addominali scolpiti o un addome piatto e funzionale? è una domanda che dovresti porti prima di scegliere il tipo di esercizi addominali che vuoi fare.

Ogni tipo di esercizio infatti attiva muscoli addominali specifici e per questo risponde ad obiettivi diversi. In funzione dell’esercizio ogni muscolo si contrae per rispondere a determinate funzioni:

  • il m. retto permette le flessioni del busto
  • m. obliqui permettono le rotazioni e le flessioni laterali
  • il m. trasverso ha una funzione di contenere l’addome verso l’interno

Esaminiamo gli esercizi classici tipo “crunch” e quelli “ipopressivi”.

Addominali scolpiti con i “crunch”

Durante il crunch si esegue una flessione del busto in avanti quindi si contrae il muscolo retto. Infatti questo è l’esercizio che si pratica per avere gli addominali scolpiti e definire la tanto desiderata “tartaruga“.

Durante la flessione in avanti però il muscolo trasverso si distende per permettere agli organi interni di riposizionarsi lateralmente e non essere schiacciati.

Ogni volta che esegui un crunch quindi contrai il muscolo retto ma il muscolo trasverso si rilassa. Ripetendo questa pratica nel tempo il muscolo trasverso perderà sempre di più la sua capacità di contenimento. Inoltre l’aumento di pressione interna che si genera aumenta il rischio di ernie, di incontinenza e di prolasso degli organi pelvici.

Il risultato sarà un addome definito quando lo terrai contratto, ma gonfio quando sarai a riposo.

Addome piatto con gli esercizi “ipopressivi”

Gli esercizi ipopressivi sono particolari posture che provocano stimoli specifici destinati ai muscoli addominali e pelvici. Lavorano in particolare sui muscoli più profondi, trasverso e obliqui, migliorandone tono e funzioni.

Durante le posture ipopressive l’attivazione del muscolo retto avviene in sicurezza, e questo permette di gestire meglio anche la pressione interna. Infatti, come dice il nome, non aumentano la pressione addominale e non arrecano rischi al pavimento pelvico o alla colonna vertebrale. Questo li rende idonei anche in presenza di diastasi o disfunzioni al pavimento pelvico.

Gli esercizi ipopressivi migliorano il tono di base, che è il tono che i muscoli hanno anche in condizione di riposo. Aumenta la capacità di gestire le pressioni e di contenere e quindi l’addome risulterà più piatto e funzionale.

Con gli esercizi ipopressivi pratichi un allenamento addominale completo e senza rischi.

A te la scelta!

esercizi crunch per addominali scolpiti

Addominali classici “crunch”

  • Aumento della pressione intra-addominale
  • Rischio di prolasso e incontinenza
  • Aumento della diastasi dei muscoli retti
  • Diminuzione del tono di base per adattamento alla pressione
  • Il muscolo trasverso si rilassa
  • Addome prominente a riposo
esercizi ipopressivi per addome piatto

Esercizi ipopressivi

  • Diminuzione della pressione intra-addominale
  • Prevenzione e contrasto di incontinenza e prolasso
  • Diminuzione della diastasi
  • Aumento del tono di base e miglioramento della funzione di contenimento
  • Aumento del tono del muscolo trasverso 
  • Riduzione del girovita e addome più piatto a riposo